Archive for Minima

Segui il coniglio bianco

Anche perché salto tanto quanto lui. Tutto nuovo, portandosi dietro quello che si può. Si ritorna al sentiero, quello giusto.
Per chi vuole, da spezie.name
Lo sapevate che c’era un’estensione del genere?

Leave a comment »

Completata!

Dopo 4 anni di “duro lavoro” ho felicemente completato la raccolta di Dago Ristampa. Da un lato un filino mi dispiace: era un motivo per andare alle fiere dei fumetti. Ho ovviato iniziando la raccolta di due altre collane: Sandman* e The Boys. Consiglio vivamente la lettura di tale collana.
* Se qualcuno sapesse dove trovare una lista ragionata ed organica, facile da consultare, di suddetta pubblicazione farebbe una bella cosa indicarla qua (in italiano, però). Grazie

Leave a comment »

Forbito

Ho fatto un sogno, complesso. Nell’ultima frase, prima del risveglio, stavo dicendo ad un tizio:”… questo è pleonastico!”. Vorrà pur dire qualche cosa.

Leave a comment »

Le cose che abbiamo in sospeso

Alcuni pensano che occorra sempre e comunque risolvere, per lo meno affrontare, le cose in sospeso.

Comments (1) »

Fuori dal tunnelino

E’ bastato poco, tanto non c’ero mai stato veramente. Oggi ho cancellato il mio profilo Facebook: è stato facile, indolore. Come in tutti gli ambaradàn della rete l’ansia delle novità portò seco un bell’account (eravamo in pochetti, a quei tempi) ma l’entusiamo durò pochissimo: poca voglia di scrivere, figurarsi di spifferare i fatti propri! Pian piano arrivarono le prime richieste di amicizia di cerchie ristrette, poi richieste sempre più larghe, più larghe, più larghe… Negli ultimi tempi ho accettato chiunque, però i giochini mai, nessuno, almeno quello no! Tantissime volte mi venne la tentazione di cancellare il tutto, anche il virtù della scarsissima simpatia per il ricciolino e le sue politichette sui dati personali. Ogni volta, però, trovavo un qualcosa che mi sembrava valesse la pena di continuare a farci visita, seppur meno che mensilmente.
E’ stato un languire lentissimo e l’enorme rumore di sottofondo (con l’enormissima quantità di beoti che lo generano e vi si rotolano dentro) non giustifica più l’esserci. Così, tra quattordici giorni (pensa te, per vedere se magari uno si pentea), tornerò ad essere uno qualunque, uno che non è su FB.

Comments (4) »

Personalmente

Mentre sui due sì a nucleare e legittimo impedimento sono certo, su quelli dell’acqua sono dubbioso.

Comments (3) »

Facile alla commozione

Ieri mattina, nel campo da calcio prospiciente il mio laboratorio s’è tenuta una manifestazione per i 150 anni dell’unità d’Italia, organizzata dal locale complesso scolastico (a sua volta prospiciente al campo da calcio, circa).
Niente: è che vedere decine e decine di ragazzi e ragazze, tutti vestiti o di bianco o di verde o di rosso che interagivano appassionatamente con le “istituzioni” nazionali (Carabinieri, Protezione Civile, Alpini, Bersaglieri, Vigili…) mi ha commosso. Quando poi hanno cantato l’inno, tutti assieme ben disposti nel campo, m’è venuta la pelle d’oca.
Ho pensato che per fortuna ci sono loro, c’è la scuola pubblica, tanta gente che ci tiene allo Stato, perché a sentire di uno che dice che gli avversari puzzano, insomma, m’è venuta oltre la nausea. Proprio oltre oltre.

Leave a comment »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.